INFN

Duecento anni fa il buco nero centrale s’è svegliato

Stando ai dati raccolti dal telescopio spaziale Ixpe della Nasa, Sagittarius A* – il buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia, con una massa stimata pari a milioni di volte quella del Sole – si sarebbe svegliato solo all’inizio del 19secolo secolo per divorare gas e altri detriti cosmici che si trovavano nei suoi dintorni. Lo studio che descrive la scoperta è stato pubblicato oggi su Nature Continue reading

Ixpe svela i misteri di una storica supernova

È il resto della supernova Tycho, una “nuova stella” vista esplodere in direzione della costellazione di Cassiopea più di 450 anni fa. Nel lavoro appena pubblicato su The Astrophysical Journal, un team di astronomi guidato da Riccardo Ferrazzoli dell’Istituto nazionale di astrofisica ha usato il telescopio spaziale Ixpe per studiare i raggi X polarizzati emessi da questa sorgente, scoprendo nuove informazioni sulla geometria dei suoi campi magnetici Continue reading

Esperimenti d’alchimia astrale con fasci di kaoni

È una particella strana, Lambda(1405). Letteralmente strana: composta da un antiquark e da quattro quark, uno dei quali “strange”. I fisici la inseguono da anni, perché comprenderne la struttura può aiutare a spiegare un ambiente esotico qual è l’interno delle stelle di neutroni, ma ha vita effimera e produrla, qui sulla Terra, è difficilissimo. Ci è ora riuscito un team internazionale del quale fa parte anche Catalina Curceanu dell’Istituto nazionale di fisica nucleare Continue reading

Vela, una pulsar al limite (della polarizzazione)

Uno studio appena pubblicato su Nature riporta i risultati delle osservazioni nei raggi X della pulsar Vela e della sua nebulosa condotte dal telescopio spaziale Ixpe. Risultati che mostrano un grado altissimo di polarizzazione presente nella radiazione emessa da questa sorgente e dal suo vento di particelle, fornendo informazioni preziose sugli intensi campi magnetici associati alla pulsar e sulla loro configurazione Continue reading

Sorprendenti lampi gamma ad alta energia

La scoperta è stata realizzata dai ricercatori del Gssi osservando una lunga emissione di raggi gamma ad alta energia prodotta dallo scontro di due astri particolarmente densi che, ruotando uno attorno all’altro e fondendosi, inducono perturbazioni dello spazio-tempo e giganti flussi di materia ed energia. Si tratta di un’inattesa scoperta che apre nuove affascinanti prospettive nell’astronomia multi-messaggera Continue reading

Così s’infiamma il blazar Markarian 501

Uno studio condotto sulle osservazioni di Ixpe da un team internazionale che comprende numerosi ricercatori italiani ha consentito di appurare che dietro l’accelerazione – a velocità prossime a quelle della luce – delle particelle di cui sono composti i poderosi getti emessi dai blazar, oggetti appartenenti alla famiglia dei nuclei galattici attivi tra i più luminosi del cielo, potrebbero celarsi potenti onde d’urto Continue reading

Qubic, un telescopio per captare l’eco del Big Bang

Inaugurato oggi in Argentina uno strumento innovativo, basato sull’interferometria bolometrica, che osserverà il fondo cosmico a microonde da un sito desertico di alta quota sulle Ande argentine, vicino alla località San Antonio de Los Cobres. Il progetto vede l’Italia protagonista grazie ai contributi scientifici e tecnologici dell’Infn e delle università degli Studi di Milano, di Milano-Bicocca, di Roma “Tor Vergata” e Sapienza di Roma Continue reading

Ixpe svela nuovi paesaggi cosmici esotici

Un’atmosfera condensata composta di elementi pesanti immersa in uno dei campi magnetici più forti dell’intero universo, da cui si irradiano sporadicamente intensi bagliori. È questo il più probabile paesaggio che ci troveremmo di fronte avvicinandoci a una magnetar, un corpo celeste esotico appartenente alla famiglia delle stelle di neutroni. Uno scenario compatibile con le misure effettuate dal satellite Ixpe, i cui risultati sono riportati in un nuovo articolo che vede una forte partecipazione di ricercatrici e ricercatori italiani Continue reading