Esa

ExoMars 2022, con i paracadute ancora non ci siamo

L’ultimo test di caduta da alta quota per il rover Esa, compiuto lunedì 9 novembre, è andato bene solo in parte. L’estrazione e la decelerazione dei paracadute hanno funzionato come previsto, il veicolo di prova è atterrato in sicurezza, ma si sono verificati di nuovo alcuni strappi alla calotta. È in corso un’analisi completa in vista dei prossimi test, previsti per la prima metà del 2021 Continue reading

Luce verde per Ariel: studierà le atmosfere aliene

Entra ufficialmente in fase di realizzazione il telescopio spaziale Esa per lo studio delle atmosfere esoplanetarie, che vanta un’importante partecipazione scientifica e tecnologica dell’Italia. Il lancio è previsto nel 2029. Fra i co-principal investigators, Giusi Micela e Giuseppe Malaguti dell’Istituto nazionale di astrofisica Continue reading

20 anni di ricerca sulla Stazione Spaziale Internazionale

Mentre il mondo celebra due decenni di presenza umana in orbita intorno alla Terra sulla Stazione Spaziale Internazionale, il riassunto scientifico questo mese guarda indietro non a quattro settimane di ricerca europea nello spazio, ma a 20 an... Continue reading

#SpaceStation20th: gli astronauti celebrano la casa dell’uomo nello spazio

Lunedì 2 novembre 2020 segna 20 anni da quando il primo equipaggio si è stabilito a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Da allora, 240 persone compresi 18 astronauti dell'ESA, hanno vissuto e lavorato nell'avamposto in orbita, svolgendo r... Continue reading

Immagine EO della Settimana: Repubblica delle Maldive

Tutte le 1.200 isole che formano la Repubblica delle Maldive sono visibili in questa spettacolare immagine acquisita dalla missione Copernicus Sentinel-3. Continue reading

Seguite gli incontri in diretta: Innalzamento del livello del mare e Sentinel-6

In vista dell'imminente lancio del satellite Copernicus Sentinel-6 Michael Freilich, unitevi a noi per un incontro in diretta sulla tecnologia spaziale che misura l'innalzamento del livello del mare e come ciò contribuisce alla nostra comprensione ... Continue reading

Urtando s’impara: ultimi risultati da Philae

Grazie a una nuova analisi dei dati raccolti dalla sonda Rosetta e dal suo lander Philae in seguito allo storico atterraggio sulla cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko nel 2014, un team internazionale ha individuato il punto esatto in cui il lander ha effettuato il suo secondo “rimbalzo” prima di assestarsi sulla superficie della cometa, lasciando una traccia dalla forma simile a quella di un teschio. Lo studio, che vede un importante contributo italiano, ha rivelato abbondante presenza di ghiaccio nel materiale cometario intaccato, il quale risulta soffice come neve appena posata, aprendo nuove prospettive per future missioni spaziali Continue reading

Scoperto secondo sito di atterraggio di Philae sul crinale ‘cima del teschio’

Dopo anni di lavoro investigativo, il secondo sito di atteraggio del lander Philae di Rosetta è stato localizzato sulla Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko in un luogo che ricorda la forma di un teschio. Philae ha lasciato la sua impronta su del ghiac... Continue reading