Fisica

Nestar, una matrioska di gravastar

Se le gravastar esistessero davvero, a un osservatore distante apparirebbero simili a buchi neri. Due fisici teorici della Goethe University di Francoforte hanno ora trovato una nuova soluzione alla teoria della relatività generale di Albert Einstein, secondo la quale le “gravistelle” potrebbero essere strutturate come una bambola matrioska russa. A questo ipotetico oggetto celeste hanno dato il nome di “nestar” Continue reading

La decadenza del falso vuoto

Un esperimento condotto al Pitaevskii Center for Bose-Einstein Condensation di Trento ha prodotto la prima prova sperimentale del decadimento del falso vuoto. Media Inaf ha chiesto ad Alessandro Zenesini, il primo autore della pubblicazione che riporta i risultati di questo esperimento, di aiutarci a capire cosa sia il falso vuoto, come può decadere e come hanno compiuto questa straordinaria misurazione Continue reading

Lisa e il futuro delle onde gravitazionali

Qual è la differenza tra Lisa, la missione appena approvata dall'Esa che osserverà le onde gravitazionali dallo spazio, ed esperimenti come Ligo, Virgo e il futuro Einstein Telescope? Chi osserverà più lontano? E come potranno collaborare, un giorno, tutti questi rivelatori per cercare di afferrare alcuni dei fenomeni più enigmatici dell'Universo? Ne parliamo con Oliver Jennrich, Lisa project scientist dell'Esa Continue reading

Al via le analisi dei frammenti dell’asteroide Ryugu

Un team tutto italiano composto da ricercatori e ricercatrici dell’Istituto nazionale di astrofisica, dell’Università di Firenze e dell’Istituto nazionale di fisica nucleare avvia le analisi dei due preziosissimi campioni dell'asteroide Ryugu ricevuti a maggio del 2023 nell’ambito di un bando internazionale per l’analisi dei materiali cosmici riportati a Terra dalla missione Hayabusa-2 dell’Agenzia spaziale giapponese Jaxa Continue reading

I dottor Jekyll e mister Hyde di una nuova fisica

Un fotone di altissima energia associato al lampo gamma più potente finora registrato ha messo in crisi l’attuale modello che descrive questi violentissimi eventi celesti. Ora un team guidato da Giorgio Galanti dell’Inaf di Milano prova a far luce su questo fotone che non sarebbe mai dovuto arrivare sulla Terra, proponendo un’interpretazione che contempla la presenza di un’oscillazione tra fotoni e Alp, ipotetiche particelle previste dalla teoria delle stringhe Continue reading

Stelle di neutroni in un laboratorio quantistico

Le anomalie nella velocità di rotazione delle pulsar chiamate dai fisici “glitches” possono verificarsi anche in supersolidi ultrafreddi, che fungono dunque da versatili analoghi per studiare l’interno delle stelle di neutroni. Abbiamo intervistato la prima autrice dello studio che, su Physical Review Letters, riporta il risultato, Elena Poli dell’Università di Innsbruck Continue reading

Fissione stellare ai confini della tavola periodica

Un team di ricercatori guidato da Ian Roederer della North Carolina State University ha scoperto antiche stelle in grado di sintetizzare elementi con masse atomiche superiori a 260: più pesanti di qualsiasi elemento della tavola periodica presente naturalmente sulla Terra. E ha trovato al tempo stesso indizi concreti di processi di fissione nucleare in atto in queste stelle. I risultati sono pubblicati su Science Continue reading

Alla ricerca dei quark oscuri al Cern

La collaborazione Atlas ha esplorato un nuovo modo per la ricerca della materia oscura, cercando uno sbilanciamento nel momento trasverso, o energia mancante. In particolare, gli autori dello studio sono andati a caccia di getti semi-visibili, che si dovrebbero originare quando quark oscuri si legano in adroni oscuri, senza trovarli. Il risultato pone i primi limiti a questo specifico scenario di produzione di tali getti. I dettagli su Physics Letters B Continue reading