Fisica

Il triangolo esplosivo di Eta Carinae

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università dell'Arizona e dello Space Telescope Science Institute ha determinato la velocità del materiale espulso da Eta Carinae in seguito alla Grande Eruzione osservata a metà del 1800 e ha proposto un’ipotesi che sembrerebbe in grado di spiegare molte delle evidenze osservate. All’origine del fenomeno esplosivo potrebbe esserci un sistema di tre stelle, con un evento drammatico nel quale due delle tre stelle si sono fuse in un’unica mostruosa stella Continue reading

ANSA/Un viaggio nell’Universo oscuro anticipa Notte Ricercatori

27/7 ANSA (lancio) Un viaggio nell’Universo oscuro anticipa Notte Ricercatori Previsto il 27 luglio a Frascati ROMA (ANSA) – ROMA, 27 LUG – Un viaggio negli affascinanti misteri dell’universo oscuro anticipa la Notte Europea dei Ricercatori 2018: dal titolo “Odissea nello Spazio (sconosciuto)”, l’evento è previsto il 27 luglio a Frascati e avrà per protagoniste la materia oscura e [...] Continue reading

Universo “oscuro”, quel 96% che non conosciamo

Continue reading

ECLISSATI…

Odissea nello spazio (sconosciuto) antipasto della Notte Europea dei Ricercatori 2018 Intervista a Fuorigioco Radio Rai 1 del 27/7/2018 Continue reading

Anche il buco nero s’inchina ad Albert Einstein

Misure del passaggio di una stella nel campo gravitazionale estremo vicino al buco nero supermassiccio nel cuore della Via Lattea rivelano chiaramente un effetto noto come redshift gravitazionale. I cambiamenti osservati sono in perfetto accordo con quanto previsto dalla teoria della relatività generale di Einstein Continue reading

Odissea nello spazio (sconosciuto) antipasto della Notte Europea dei Ricercatori 2018

Al via il countdown verso BE a citizEn Scientist #MSCAnight #BEES Frascati (Roma) 27 luglio, Scuderie Aldobrandini – Piazza Marconi 6 ore 19.30 appuntamento con l’Universo oscuro Rappresentano il 96% del nostro Universo ma sono invisibili agli occhi (e a ogni … Continua a leggere Continue reading

Acqua su Marte. Pettinelli (Roma Tre): “scoperta anni fa, serviva dimostrazione rigorosa”

Un lago di acqua salata si nasconde nel sottosuolo di Marte: a scoprire per la prima volta la presenza di acqua liquida sotto la superficie marziana è stato un team tutto italiano tra cui il gruppo di ricercatori dell’Università Roma Tre,  partner di Frascati Scienza per la Notte Europea dei Ricercatori, guidato da Elena Pettinelli. I [...] Continue reading

Aurore diurne su Marte

I protoni del vento solare rubano gli elettroni dall’idrogeno nei dintorni di Marte per poi rilasciarli nell’atmosfera del Pianeta rosso, generando aurore visibili sulla faccia diurna. Lo studio su Nature Astronomy Continue reading