La Materia Oscura

Quarantacinquesima puntata

Gli astrofisici pensano che il 95% di ciò che costituisce l’Universo sia fatto da un nuovo tipo di materia e un nuovo tipo di energia ancora sconosciute. Ma perché lo pensano? E di che cosa si tratterebbe? Le chiamiamo “materia oscura” ed “energia oscura” e in questa puntata vi spieghiamo la prima, mentre la seconda a tutt’oggi resta un mistero.
 

Autori:

  • Giovanni Organtini e Gianluca Li Causi

Altre voci:

  • Chiara Piselli

Regia:

  • Antonella Bartoli

La musica di :

  • Everything Else
  • Megapolis
  • Oasis
  • Lethargy
Play
FacebookTwitterGoogle+RedditShare

2 Responses to La Materia Oscura

  • Algerino Patrignani says:

    Non sono le stelle periferiche che sono più veloci ma le altre che girano più lente perché nelle galassie la massa è distribuita ad anello.

    • No, sono proprio le stelle periferiche ad avere una velocità orbitale maggiore di quella che dovrebbero avere se la massa della galassia fosse soltanto quella visibile. Per questo si ipotizza che debba esserci della massa non visibile in aggiunta a quella.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Come ascoltare Fisicast

Per non mancare nessuna puntata iscrivetevi gratuitamente a uno dei seguenti servizi di ricezione automatica:

 

Ricevi Fisicast via e-mail

Scrivi la tua email e riceverai la notifica delle nuove puntate.

 

Ascolta Fisicast su iTunes

Come funziona

 

Ascolta Fisicast su YouTube

 

Ascolta Fisicast su Blubrry

 

Ascolta Fisicast su Zune

 

Fisicast su podcast.it

 

Segui Fisicast su Google+

 

Segui Fisicast su Facebook

 

Ricevi Fisicast dal Feed RSS

Come funziona

 

Oppure ascolta Fisicast su Radio Cusano, FM89.1, ogni lunedì alle 19:30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fisicast è anche su:

 

Ringraziamenti
Per la revisione dei testi, gli utilissimi suggerimenti e il supporto in varie forme, un grazie agli ascoltatori: Alberto S., Andrea P., Federico C., Francesca D'A.O., Lara B., Onorio L.C., Cesare S., Stefano B., Antonella F., Lorenzo G., Alberto V.