Il microscopico zoo delle particelle elementari

Diciassettesima puntata

Cosa saranno mai queste fantomatiche particelle elementari? Come si riconoscono? Di quanti tipi sono e come si comportano? Oggi FISICAST vi portera’ per mano nel fantastico zoo delle particelle elementari per conoscere un mondo fatto di elettroni, quark e muoni che parlano tra loro con fotoni e gluoni: il nostro.

  • Autore: Riccardo Faccini
  • Altre voci: Chiara Piselli
  • Regia: Edoardo Massaro

Le musiche di sottofondo sono di Symon€ http://www.jamendo.com/it/artist/5840/symoneur

  • A Shooting Star in the dark night
  • Sky
  • La science du beau
  • Un prince en exil (improvisation)

Tratte dall’album “Le Bal sous la pluie” e

  • Baudlaire in Blue

Tratto dall’album “A cat playing the Piano”

Play
Share

7 Responses to Il microscopico zoo delle particelle elementari

  • jegos says:

    un chiarimento per favore, secondo la teoria della relativita la forza di gravita e una forza dovuta alla curvatura dello spazio in questa puntata parlate di gravitoni che sarebbero le particelle che veicolano questa forza come si collimano le due cose?? sono i gravitoni che curvano lo spazio. ho come in molti settori della fisica sono due teorie distinte e in evidente contraddizione tra loro ma entrambe valide per spiegare fenomeni diversi?

    • rfaccini says:

      Caro Jegos,
      non e’ questione di teorie in contraddizione per spiegare fenomeni diversi, ma al contrario rappresentazioni diverse per descrivere lo stesso fenomeno a scale diverse.

      La relativita’ generale prevede la possibilita’ che si creino delle onde gravitazionali. Quando interagiscono con le particelle esse si comportano come particelle a loro volta e queste ultime sono dette gravitoni.

      E’ esattamente equivalente al fatto che l’elettromagnetismo prevede le onde elettromagnetiche e che queste si comportano, interagendo con le particelle, come fotoni.

      saluti
      Riccardo

  • jegos says:

    grazie

  • Walter says:

    quali sono le proprietà necessarie e sufficienti di un oggetto fisico che permettano di classificarlo come una particella?
    Grazie.

    • Chiamiamo particella qualunque oggetto di dimensioni inferiori ad un atomo per il quale e’ definibile un impulso ed una energia e dunque una massa. Se poi essa non si comporta come un insieme di particelle che la compongono, allora parliamo di particella elementare.
      saluti
      Riccardo

      • Walter says:

        il fotone non ha massa, ma in alcune condizioni sperimentali si comporta come una particella. Quali sono le proprietà del fotone che ci permettono di classificarlo, in particolari condizioni sperimentali,come una particella?
        Grazie.

        • Riccardo Faccini says:

          Il fotone si comporta come un’onda finche’ interagisce con oggetti macroscopici, ancor meglio se delle stesse dimensioni della sua lunghezza d’onda. Si comporta invece come una particella quando interagisce con particelle sub-atomiche. L’esempio classico di comportamento corpuscolare e’ l’effetto foto-elettrico, sulla quale abbiamo una puntata specifica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Come ascoltare Fisicast

Per non mancare nessuna puntata iscrivetevi gratuitamente a uno dei seguenti servizi di ricezione automatica:

 

Ricevi Fisicast via e-mail

Scrivi la tua email e riceverai la notifica delle nuove puntate.

 

Ascolta Fisicast su iTunes

Come funziona

 

Ascolta Fisicast su YouTube

 

Ascolta Fisicast su Blubrry

 

Ascolta Fisicast su Zune

 

Fisicast su podcast.it

 

Segui Fisicast su Google+

 

Segui Fisicast su Facebook

 

Ricevi Fisicast dal Feed RSS

Come funziona

 

Oppure ascolta Fisicast su Radio Cusano, FM89.1, ogni lunedì alle 19:30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fisicast è anche su:

 

Ringraziamenti
Per la revisione dei testi, gli utilissimi suggerimenti e il supporto in varie forme, un grazie agli ascoltatori: Alberto S., Andrea P., Federico C., Francesca D'A.O., Lara B., Onorio L.C., Cesare S., Stefano B., Antonella F., Lorenzo G., Alberto V.